Rispondo Alle Vostre Domande Su Scrum

11 Marzo 2019

Semplificare – L’Arma Più Potente Nel Vostro Lavoro

Reading Time: 6 minutes

Qualche giorno fa in un dei video pubblicati sul canale youtube: Clicca qui per vedere il canale , in questo precisamente: Guarda il video, in cui parlavo delle due condizioni ideali per usare Scrum, ho ricevuto da Alfonso una domanda molto interessante e come promesso, quando possibile, voglio approfondire. Ecco questo è proprio uno di quei Post. 

La domanda era questa: Un “nuovo” progetto non può rimanerlo per sempre. Quando il progetto viene rilasciato è opportuno cambiare framework? Con un team di 7 persone posso gestire più progetti con Scrum?

Prima di tutto ricordate che i miei consigli sul quando usare Scrum sono consigli non regole, dei consigli che darei a qualsiasi mio collega che volesse avvicinarsi ad utilizzare Scrum. Naturalmente se conosci bene il framework, se sei un abile Scrum Master sono sicuro che non avrai problemi ad applicare Scrum o parti del framework Scrum su un progetto in corsa o con un team non del tutto dedicato. Dico parti del framework perché ragazzi siamo adulti il mondo ideale non esiste e sopratutto ricordiamocelo dobbiamo essere agili, cioè dobbiamo essere in grado di prendere ed utilizzare ciò che ci serve per ottimizzare il lavoro del team e il valore prodotto.

Sapete a volte possiamo trovare team che ostacolano l’applicazione del framework, oppure che hanno difficoltà ad utilizzarlo, allora perché non introdurlo poco alla volta o semplicemente non utilizzare anche solo delle parti del framework invece di imporlo, cambiare modalità di lavoro è un processo lento che richiede del tempo per essere assimilato.

Dopo questa dovuta considerazione proviamo a rispondere alle domande di Alfonso per punti:

Quando il progetto viene rilasciato è opportuno cambiare framework?

Ecco questa è una domanda molto interessante, in realtà l’ho ricevuta spesso e non nego che all’inizio del mio percorso fu anche una mia domanda. Proprio perché ai tempi mi trovai a lavorare su un software già online. Ad ogni modo in questo caso io faccio una distinzione tra due possibilità: 

La prima

Il progettò e online, è stabile, ed è terminato il periodo di rodaggio, cioè quel periodo dopo la messa online in cui tutti siete in attesa che saltino fuori dei bug non trovati in fase di test. Superata questa fase entriamo nella fase di ordinaria manutenzione del progetto. In questa fase io personalmente preferisco cambiare framework ed utilizzare Kanban. Meno regole e meno effort per seguirne le implementazioni insomma più semplice per tutti. In questa fase comunque continuo ad esempio a fare lo Stand-Up,  ricordiamoci che dobbiamo essere agili, se delle pratiche hanno funzionato bene perché non utilizzarle anche con altri frameworks? Beh lo stand Up è una di quelle pratiche che secondo me funziona molto bene se gestita nel modo corretto.

La seconda

Il progetto è online stabile ed oltre all’ordinaria manutenzione è necessario  fare un vero e proprio aggiornamento, nuove funzionalità, nuovi sviluppi che richiedono diverse competenze, analisi e implementazioni pesanti ecco in questo caso possiamo benissimo tornare ad usare Scrum e vedere questo aggiornamento come un nuovo progetto, inserendo l’attività di normale manutenzione come attività all’interno del progetto che vengono pianificate secondo Sprint come tutte le altre attività. Oppure una parte del team potrebbe separarsi per dedicarsi alla manutenzione e l’altra dedicarsi alle nuove funzionalità. 

Ad ogni modo io preferisco valutare la situazione è decidere se cambiare o no framework, puoi utilizzare più framework per uno stesso progetto ma in diverse fasi di vita, oppure non cambiarlo mai e continuare ad usare Scrum ad esempio. la decisione spetta a voi, ricordate però che quello che fate deve sempre essere in funzione dell’ottimizzazione dell’effort in funzione del valore che state producendo. Deve essere inoltre condiviso con il team. Ad ogni modo il vostro obbiettivo è minimizzare lo sforzo massimizzando il valore prodotto.

Seconda domanda: con team di 7 persone posso gestire più progetti Scrum?

Per trovare la risposta a questa domanda proviamo a pensare ad una regola madre che dovremmo cercare di mantenere finche ne abbiamo la possibilità. La regola è: un progetto un team. Naturalmente non è sempre possibile. A volte un’azienda si trova a dover lavorare a più progetti o prodotti con un unico team magari perché arrivano semplicemente più commesse nello stesso periodo che è difficile rifiutare. Insomma le situazioni possono essere tante. Il mio consiglio è: finché potete fate in modo che la qualità del prodotto venga prima della quantità. Per questo dovete ricordare che per essere sicuri di fare un lavoro di qualità il team deve potersi concentrare su un solo progetto per volta.

Detto questo se siete obbligati a far fronte a più di un progetto con un solo team, bene avete di fronte tre possibilità:

  1. Dividere il team: beh in base alle necessità potrebbe essere diviso il team in due team in modo da riuscire a far fronte ai progetti.
  2. Mantieni unito il team: in base agli accordi con i clienti potresti decidere di lavorare un progetto per volta. Quindi capire a che punto sei con un progetto e decidere di portare a termine tutta una serie di attività prima di prendere in carico il nuovo progetto.
  3. Usi una board unica per più progetti e utilizzi Kanban per dare evidenza al lavoro e fare in modo che il team lavori indistintamente task singole e atomiche di progetti diversi. Naturalmente in questi casi ti consiglio di mantenere delle cerimonie o delle pratiche che ti sono sembrate utili come lo Stend-Up oppure utilizzare gli Story Point per la stima del lavoro.

Insomma, come potete capire ogni situazione è diversa e possono essere trovate delle soluzioni ricamate a pennello sul caso. Alla fine quello che conta non è se hai usato Kanban, Scrum, hai fatto Pair Programming, un misto di questi o altro ancora. Ciò che conta davvero è solo una cosa: Portare a termine il progetto.

Il Blog e il canale Youtube

Grazie per aver letto questo post, se sei interessato a questo argomento, non dimenticare di seguire questo Blog, andremo a fondo ad ogni aspetto del mondo dell’Agile Management. Devi sapere che contemporaneamente a questo blog apro un canale Youtube dal nome: Giuseppe Spezzano (Simply Agile) per parlarvi faccia a faccia di questi argomenti. Se sei curioso iscriviti al canale. Approfondiremo ogni aspetto della gestione Agile di Progetti Software

Ci sentiamo presto, fino ad allora ricorda: Keep It Simple!

Segui il canale Youtube