Il Framework Agile Più Semplice

20 Marzo 2019

Visualizzare il Lavoro Con le Board – Il Framework Agile Più Semplice

Reading Time: 6 minutes

Nella scorso post abbiamo parlato di StoryPoint, oggi voglio parlarvi di Board!

Nella gestione Agile dei progetti quello che potenzia realmente il vostro lavoro non sono le regole, ma gli strumenti e il più grande strumento che potrete utilizzare sono le board! Ragazzi, il fatto che voi e tutto il team possiate visualizzare il lavoro è una cosa potentissima!

Io sono Giuseppe Spezzano, questo è Simply Agile il Blog in cui si parla di gestione Agile di progetti software e di consigli utili per migliorare l’operatività del vostro lavoro. Insomma, se volete capire come portare a termine più cose alla fine della vostra giornata lavorativa, questo è il posto giusto. Se interessati all’argomento seguite il blog, insieme andremo a fondo al mondo della gestione Agile dei progetti.

Bene, iniziamo subito: Le board sono quello strumento che ti permette di visualizzare il lavoro che rimane da fare al completamento di un progetto, sono la prima cosa da imparare ad utilizzare, non solo per il lavoro del team ma anche per organizzare il lavoro personale. Il primo consiglio è: iniziate ad utilizzare una Board per il vostro lavoro e fatelo nella sua forma più semplice!

Io ormai utilizzo solo BOARD SOFTWARE ma potete iniziare con una board reale, voglio dire, prendete una lavagnetta e attaccatela sul muro del vostro ufficio, anzi, no, ancora meglio usate il muro stesso, se vi va dipingete una parte con quella pittura impermeabile  che spesso viene usata negli asili e fate diventare l’intera parte della stanza in cui lavori, in cui lavora il team, la vostra Board.

La Forma Più Semplice

La forma più semplice di una board è la seguente: TO DO – DONE, ma io vi consiglio di iniziare da subito con una leggermente più complicata, parliamoci chiaro, siamo adulti possiamo farcela:

Prima di tutto iniziate ad utilizzare una board per ogni progetto. Vedremo poi come evolverla ed applicarla a più progetti. La Board dovrebbe essere così, composta da queste tre colonne:

Backlog – To do – Done. Nel Backlog inserite tutto quello che vi passa per la testa sulle attività che vorreste fare e che dovete fare per portare a termine un progetto. 

Questa sarà la vostra scatola delle attività, dovete inserirle senza date e senza scadenze.

Attenzione però non dovete vedere il Backlog come qualcosa di immutabile, da progettare all’inizio del progetto e poi lasciare invariato. No il Backlog è qualcosa di plasmabile, mutabile, che evolve e migliora nel tempo. Dunque una volta riempito il Backlog e tutto pronto per partire.

Ogni mattina, la prima cosa da fare è leggere il Backlog e ordinare tutte le attività che avete da fare per ordine di importanza. Potete scommetterci, non tutte le attività sono importanti allo stesso modo. Ognuna di quelle attività ha un valore diverso per voi, e porta un valore diverso al vostro progetto, al vostro business alla vostra giornata. Per esercizio vi invito a ragionare sul valore che ogni attività apporta alla vostra azienda, al vostro progetto e ordinare il Backlog in ordine di priorità. Le attività che vi portano più valore sono quelle prioritarie per voi e vanno portate in altro. Il Backlog così diventerà una lista di attività da svolgere più o meno complicate ordinate per priorità.

Le Priorità Cambiano

Questo lavoro va fatto ogni mattina poiché da un giorno all’altro le priorità possono cambiare. Ad un certo punto della giornata magari vi arriva una soffiata che un potenziale cliente è proprio alla ricerca del software che vendete voi, e allora il giorno dopo l’attività più importante diventa chiamare questo potenziale cliente per presentarvi e fissare un appuntamento! Oppure ad un certo punto del progetto all’incontro con il cliente per cui state sviluppando un software, potreste scoprire che quella funzionalità su cui state lavorando subirà delle modifiche o elaborerà una serie di parametri in modo leggermente diverso, perchè il cliente ha bisogno di una modifica. Dai, provate a dirmi che non vie è mai successo che qualcuno cambiasse i requisiti del progetto, o che non vi piovesse dall’alto un attività che adesso è diventata prioritaria… non ci credo… capita sempre.

Non aspettatevi che le priorità cambino tutte le mattina, per qualche giorno, nella maggior parte dei casi le priorità impostate all’inizio rimarranno invariate, ma scoprirete che succede più spesso di quello che pensate… per questo è buona regola rivedere le priorità con una cadenza regolare. All’inizio fatelo ogni giorno, quando diventeremo bravi e quando lavoreremo per organizzare il lavoro di un team, andremo a farlo una volta a settimana o anche ogni due settimane.

A questo punto ogni mattina dopo aver revisionato il valore di ogni attività, ed ordinato dall’alto verso il basso per valore decrescente non dovremo fare altro che scegliere la prima attività da fare, selezioniamone 1 o se vi sentite sicuri sceglietene 2, e mettetele in To Do. A quel punto quelle sono i vostri obbiettivi della giornate e il vostro obbiettivo è portarle in DONE.

Mi raccomando, cascasse il mondo dovete portare in DONE le attività selezionate la mattina. Questa è l’unica regola da rispettare, l’obbiettivo numero uno della vostra giornata, tutto il resto lasciatelo da parte. 

Limitate Le Distrazioni

Limitate l’accesso alle mail a due volte al giorno, dedicate un ora la mattina e una la sera alle telefonate, fatelo sapere ai vostri collaboratori, così limiterete le interruzioni. Tutte le cose che nasceranno da fare durante la giornata scrivetele sul Backlog ed il giorno dopo ordinatele per priorità, dopo aver deciso su cosa lavorare in quella semplice giornata il piano non deve cambiare. Non è così difficile se limitate le interruzioni esterne inutili.

Bene, questo è il framework Agile più semplice che possiate utilizzare. Funziona bene per organizzare il lavoro personale.

Provate a seguirlo e fatemi sapere come funziona. Datemi i vostri pareri e fatemi sapere le vostre esperienze e se per caso utilizzate una struttura differente. Mi raccomando quello che ho descritto in questo post non ha nulla a che fare con Scrum e Kanban, se sei nuovo a questo mondo, è un esercizio perfetto per iniziare visualizzare il lavoro e introdurti al mondo delle Board e delle metodologie Agile.

Ci sarebbero tante altre cose di cui parlare, ma per adesso fermiamoci qui.

Per oggi abbiamo finito, se avete domande, fatele pure nei commenti, risponderò nei prossimi Post.

Il Blog e il canale Youtube

Grazie per aver letto questo post, se sei interessato a questo argomento, non dimenticare di seguire questo Blog, andremo a fondo ad ogni aspetto del mondo dell’Agile Management. Devi sapere che contemporaneamente a questo blog apro un canale Youtube dal nome: Giuseppe Spezzano (Simply Agile) per parlarvi faccia a faccia di questi argomenti. Se sei curioso iscriviti al canale. Approfondiremo ogni aspetto della gestione Agile di Progetti Software

Ci sentiamo presto, fino ad allora ricorda: Keep It Simple!

Segui il canale Youtube